Trapani - «È assurdo che i pescatori siciliani debbano correre il rischio, persino, di perdere la vita andando nel Mare Mediterraneo per portare un pezzo di pane a casa.  È assurdo che il governo italiano non abbia ancora avvertito la necessità di chiudere questa partita con il governo libico, una partita aperta da oltre cinquant’anni. È assurdo che si debba continuare a penalizzare un’economia, nel Sud Italia, sul banco di interessi molto più grandi, spesso inconfessabili».

Lo ribadisce il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, in merito all’ennesimo attacco, avvenuto ieri nelle acquee libiche, a tre motopescherecci della marineria dell’Isola.